Berlusconi: nasce il codice delle leggi antimafia

silvio berlusconi
1' di lettura

Il Consiglio dei ministri vara il piano straordinario contro le mafie. L'esecutivo approva anche il provvedimento contro il lavoro nero. Il premier: meno immigrati meno crimini. Guarda i video con gli interventi di Berlusconi, Alfano e Maroni

GUARDA IN FONDO ALL'ARTICOLO I VIDEO CON TUTTI GLI INTERVENTI

Il Consiglio dei ministri ha dato via libera al piano straordinario per il contrasto delle mafie.
Misure straordinarie dedicate all'attività di contrasto alla criminalità organizzata.
Nella riunione di governo, che ha scelto di recarsi a Reggio Calabria per dare un segnale forte contro la 'ndrangheta,  l'esecutivo ha approvato il ddl che contiene, fra l'altro, le nuove norme antimafia. Il governo ha inoltre varato un decreto che istituzionalizza l'Agenzia nazionale per i beni sottratti alla criminalità organizzata che avrà sede a Reggio Calabria.

Punto cardine del piano antimafia è la costituzione, proprio a Reggio, dell'Agenzia nazionale per la gestione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, oltre 12mila solo negli ultimi 18 mesi, per un valore di più di 7 miliardi di euro. Nello stesso periodo sono stati anche sequestrati 1,5 miliardi in contanti. L'Agenzia dovrà censire i beni, amministrarli e destinarli, acquisendo competenze che ora sono attribuite al Demanio. L'obiettivo è quello di snellire le procedure e renderle più efficaci in modo da evitare, come spesso accaduto finora, che i beni sequestrati giacciano inutilizzati o, peggio, tornino in mani criminali.

Il Cdm ha inoltre varato il piano straordinario Sacconi contro il lavoro 'nero' in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Una "operazione a tappeto" che si è resa necessaria dopo i fatti di Rosarno: 550 gli ispettori coinvolti che effettueranno controlli in 20 mila aziende. Nel mirino i settori dell'agricoltura e dell'edilizia. La task force che effettuerà i controlli sarà formata da ispettori del Lavoro, Inps e militari dell'Arma dei Carabinieri.

GLI INTERVENTI di BERLUSCONI, ALFANO, MARONI



Guarda anche:
'Ndrangheta, sequestrati beni per 35 milioni
Reggio, auto con esplosivo. Messaggio per Napolitano?
Mafia, 27 arresti a Reggio Calabria
Maroni: contro la 'ndrangheta, lo Stato c'è



Leggi tutto