Falsi gruppi su Facebook, l'Udc attacca la Lega

1' di lettura

Il gruppo UDC per il Piemonte si sarebbe trasformato in uno a sostegno della Lega Nord. Il segretario regionale del partito centrista invita il ministro Maroni a intervenire

I falsi gruppi su Facebook tornano a colpire. Così come nei giorni immediatamente successivi all'aggressione di Massimo Tartaglia a Silvio Berlusconi, quando diverse pagine di Facebook passarono dal sostegno all'Abruzzo a quello per il premier, anche ora, che ci stiamo avvicinando alla scadenza elettorale per le regionali alcuni gruppi su Facebook cambiano nome all'insaputa dei membri.

Questa volta a caderne vittima sarebbero i simpatizzanti dell'Udc in Piemonte. Il gruppo Udc per il Piemonte si sarebbe infatti trasformato nel gruppo Lega Nord Piemonte. Lo denuncia il segretario regionale dell'Unione di Centro Alberto Goffi in un comunicato: "La contraffazione del gruppo su Facebook 'Udc per il Piemonte', divenuto 'Lega Nord Piemonte', è un atto di pirateria politica su web", ha dichiarato nella nota, "la buona fede di chi si era iscritto a un gruppo di sostegno all'Udc Piemonte, aderendo dunque ai nostri ideali, è stata spazzata via con un click in guanto verde".

Ora, ha aggiunto, "ci auguriamo che, dopo la nostra denuncia all'autorità giudiziaria, Maroni faccia il ministro anteponendo il proprio ruolo istituzionale a quello politico, provvedendo a perseguire i responsabili e ristabilendo la situazione originaria. Siamo certi che anche Cota, il cui manifesto con tanto di foto e slogan propagandistici ha soppresso lo spazio dedicato all'Unione di Centro, sarà d'accordo con noi al pari di Zaia che, come ministro dell'Agricoltura, è impegnato da tempo nella 'lotta alle contraffazioni'". Secondo Goffi, "se la campagna elettorale parte all'insegna dell'inganno di migliaia di elettori e cittadini piemontesi, ci sono molte ragioni per temere atti ancor piu' vergognosi".

Leggi tutto