No, la Polverini no!

L'home page del sito Tocqueville.it dedicata a Renata Polverini
1' di lettura

La candidata del centro destra alla Regione Lazio raccoglie consensi trasversali. Pure troppo. E così molti blog schierati con il Pdl la bocciano senza appello. Sei No Global, sindacalista e amica di Fini scrivono su Facebook e in rete i fan di Berlusconi

di Serenella Mattera

La giacca rossa indossata sui primi manifesti elettorali, non gliela perdonano. Prova provata di quel suo essere di sinistra che lei, Renata Polverini, una volta pare abbia coniugato così: «Io sono di destra, così come Cicciolina è vergine». Ma indizi estetici e presunte dichiarazioni a parte, sono soprattutto la vicinanza a Gianfranco Fini, l’ammirazione espressa per Massimo D’Alema e il corteggiamento di Walter Veltroni per averla in lista alle politiche 2008, per non parlare di certe battaglie sindacali combattute assieme alla Cgil, ad alimentare il fuoco amico che dalla Rete parte contro la candidata del centrodestra alla guida della Regione Lazio. Gli ex Forzitalioti si sfogano sulla bacheca dello Spazio Azzurro o in calce agli articoli di Vittorio Feltri. I blogger di destra, conservatori o liberali, argomentano dalle loro home page. Alcuni simpatizzanti di Forza Nuova lo dicono su Facebook. Mentre la polemica sulle tessere gonfiate dalla sua Ugl, sollevata da Report e rilanciata dal quotidiano del Pd Europa, prende il posto, a sinistra, delle iniziali attestazioni di stima.

Votare Polverini? «Non se ne parla nemmeno» per Vittorio Feltri, contrario alla candidatura per il Pdl di una «Guglielmo Epifani in gonnella», una «sindacalista che ha perso iscritti» e ha spostato l’Ugl a sinistra. E i commenti agli articoli del direttore, svelano che la tesi è condivisa da molti lettori del Giornale, il quotidiano edito da Paolo Berlusconi. «Peggior candidato per il Lazio non poteva esserci», scrive ad esempio Vintal, che vede già una Polverini governatrice, impegnata a favorire «gli amichetti» di centrosinistra, compagni «di merenda a base di tartine e champagne sui terrazzi romani». Capoferri50 si spinge oltre: «Forse c’è un accordo per consegnare il Lazio ancora alla sinistra sotto mentite spoglie».

Le mentite spoglie sono quelle di una “finiana”, accusano i sostenitori di Silvio Berlusconi dalle pagine dello Spazio Azzurro. “Sei andata a pietire l’appoggio di Berlusconi per poi voltargli le spalle come Fini? Il vero popolo del centrodestra non ti vota”, avverte un anonimo. Mentre qualcuno urla: “Rivoglio Forza Italia!”. E Gabriella, da Roma, invoca: “Non voglio votare la Polverini, non voglio dare forza a quel serpente di Fini. Aiuto, inventatevi qualcosa”. Tra i tanti, la segretaria Ugl raccoglie un solo messaggio a sostegno, di chiaro stampo “finiano”: “Lavoriamo con Berlusconi, non per Berlusconi, mettetevelo in testa!”.

Non mancano naturalmente alla candidata del Pdl i fan su Facebook, articoli in difesa, parole di stima. Ma fa più rumore la copertina dell’aggregatore di blog di centrodestra Tocqueville.it, aperta il 13 gennaio dal titolo: “No, la Polverini no!”. “Sindacatocrazia, burocrazia, pubblico impiego, assistenzialismo, sono i segni particolari nella carta d'identità della socialista e noglobal Polverini”, scrive JimMomo. “Non bastava il fatto che fosse una sindacalista, socialista, xenofila, islamofila e finiota”, esordisce Giova, che rilancia le accuse relative alle presunte “tessere taroccate” dell’Ugl. Critiche ragionate, quelle dei blogger di Tocqueville, che contestano alla candidata l’aver dichiarato il suo non essere “liberista”, o l’essere meno convincente di Emma Bonino sulle politiche per le donne. Argomentazioni diverse, ma convergenti nel senso di sonore dichiarazioni di non voto e inviti a “fare una bella gitarella fuoriporta, il giorno delle elezioni”, “anche a costo di perdere”. Perché “che senso ha, per la destra, vincere le elezioni – osserva Andrea Mancia - per poi ritrovarsi con un governatore di sinistra?”.

Guarda anche:
Elezioni regionali: grande è la confusione sotto il cielo
Renata Polverini, arriva l'appoggio dell'Udc
Facebook, i governatori passano da qui

GUARDA LE FOTOGALLERY DI EMMA BONINO E RENATA POLVERINI

Leggi tutto