Alfano: per le carceri proporrò lo stato d'emergenza

Angelino Alfano
1' di lettura

Il guardasigilli ha inoltre annunciato la costruzione di nuovi carceri per portare a 80mila i posti e l'assunzione di 2000 nuovi agenti di polizia penitenziaria

"Annuncio in quest'aula che domani mattina in Consiglio dei ministri proporrò la dichiarazione dello stato di emergenza per quanto riguarda la situazione delle carceri italiane". Lo ha detto a Montecitorio il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, che ha aggiunto: "Confido che il Consiglio dei ministri accolga questa mia richiesta, perché penso che solo attraverso questa via si possa riuscire a recuperare un vero significato dell'articolo 27 della nostra Costituzione, Il governo ritiene assolutamente grave la situazione nelle carceri - ha proseguito il Guardasigilli - e per intervenire domani in consiglio dei ministri proporrò la dichiarazione dello stato di emergenza".


Il Guardasigilli ha anche annunciato la presentazione di un piano carceri per una iniziativa di edilizia che porti il livello a 80 mila posti e poi l'assunzione di nuovi 2000 agenti di polizia penitenziaria e misure per i detenuti che devono scontare un piccolo residuo di pena.

Leggi anche:
Quasi un morto ogni due giorni nelle celle italiane
Cucchi, "Fu una morte disumana"
Audio choc dal carcere di Teramo
Caso Cucchi, familiari accusano: ospedale responsabile
Il padre di Stefano: lo Stato deve rispondermi
Caso Cucchi, le foto choc
Il suicidio in carcere della neobrigatista Diana Blefari

Leggi tutto