Bersani: ok alle Riforme. No tsunami leggi ad personam

1' di lettura

Il segretario del PD Pier Luigi Bersani si dice disposto al confronto con la maggioranza sulle riforme ma rilancia: niente tsunami sulla giustizia, e soprattutto, priorità a tre temi: lavoro e giovani, scuola, fisco e impresa

"Noi siamo pronti a discutere di riforme, non importa se ci sono le elezioni regionali in primavera, siamo pronti a una discussione anche in presenza della campagna elettorale" ma questa disponibilità ha una condizione: "Se la destra turba queste condizioni invadendo il Parlamento con uno tsunami di provvedimenti che mettono al riparo il premier dai suoi problemi, la destra si assume una responsabilità. Berlusconi deve dimostrare se mette davanti sé stesso o i problemi del Paese". In una lunga conferenza stampa dopo la pausa natalizia, il segretario del Pd, fa il punto della situazione.

Innanzitutto un messaggio al Pdl: "Invito Berlusconi, Bonaiuti e gli altri a risparmiarsi il balletto di domande retoriche: Bersani ce la farà? Sarà una delusione? Questi giochini non impressionano. Lo dico forse senza troppo amore, ma certamente senza odio, perché io non voglio che il Pd odi nessuno". Poi il segretario del Partito Democratico ribadisce la disponibilità a discutere di riforme istituzionali sui poteri del Parlamento e del Governo, sul bicameralismo, sul numero dei parlamentari e su una legge elettorale che consenta ai cittadini di scegliere i parlamentari. "Su questo siamo disponibili e intenzionati a discutere anche di una lettura dei rapporti reciproci tra Parlamento, Governo e Magistratura, ma solo dentro una riforma complessiva. Per quel che riguarda la riforma della giustizia, Bersani è aperto a una riforma ordinaria della giustizia "a partire dai servizi ai cittadini". Ma "se ci sono profili di natura costituzionale da rivedere per sancire meglio l'autonomia delle funzioni dei poteri di Parlamento, Governo e Magistratura, parliamone. Ma non accettiamo norme scardinatrici del sistema".


GUARDA ANCHE:

Berlusconi: avanti con le riforme, Tremonti: serve prudenza

Riforme, Berlusconi: Avanti con Fisco, scuola e giustizia

Giustizia, Bonaiuti: avanti anche senza l'opposizione

Brunetta: Con le riforme si governa meglio

Bersani: dialogo dipende cosa fa il Pdl nel 2010

Inciucio si, inciucio no, le prime pagine dei giornali

D'Alema: Le riforme servono, il Pd si metta in gioco

Leggi tutto