Berlusconi: avanti con le riforme. Tremonti: serve prudenza

1' di lettura

Il premier illustra la sua agenda in un collegamento telefonico con una riunione di europarlamentari. Giustiza al primo posto. Pdl: "Cambieremo anche scuola e istuituzioni". Il ministro dell'Economia: "Sul fisco necessario grande consenso"

Silvio Berlusconi è convinto che il 2010 sarà l'anno delle riforme. Lo ha detto intervenendo telefonicamente a un incontro di europarlamentari del Pdl. Il presidente del Consiglio ha spiegato che tra le sue priorita' non c'e' solo la riforma della giustizia, ma anche gli interventi che riguardano scuola e fisco da varare accanto alle riforme istituzionali del sistema politico. In un passaggio del suo intervento. La frase esatta pronunciata dal premier sarebbe stata: ''Il 2010 sarà l'anno delle riforme.

La riforma fiscale annunciata dal presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, è possibile, ma "servono determinazione, grande prudenza e grande consenso". A dirlo è il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, in un'intervista al Messaggero. Il ministro ritiene, inoltre, che le politiche economiche del governo abbiano "sgretolato l'antiberlusconismo".

Leggi tutto