D'Alema: le riforme servono, il Pd si metta in gioco.

1' di lettura

Il ministro dell'Economia Giulio Tremonti apre all'opposizione a "riforme condivise". D'Alema raccoglie l'invito e precisa: "Mai parlato di inciucio"

Il ministro dell'Economia Giulio Tremonti, ieri sera ad Arcore per una cena con Berlusconi, Bossi e i maggiori esponenti della Lega, apre oggi all'opposizione per "riforme condivise". A stretto giro di posta l'esponente Pd Massimo D'Alema sprona l'opposizione a "mettersi in gioco".

E aggiunge: "Come ha detto Bersani, non siamo disponibili a fare 'leggine' in favore di Berlusconi, ma siamo pronti a lanciare la sfida del dialogo e delle riforme, questa è la politica di cui ha bisogno il Paese".
D'Alema, poi, commenta le polemiche nate in casa Pd dopo la sua presunta apertura a "inciuci" con la maggioranza. "Non ho mai detto, esaltato l'inciucio, è una brutta parola che non mi piace - ha sottolineato - E' stata usata dal giornalista che mi intervistato e io ho detto, anzi lo ripeto polemicamente, ciò che viene chiamato inciucio a volte invece è un compromesso che può essere utile per il Paese


Guarda anche:

Inciucio sì, inciucio no: le prime pagine dei giornali
Schifani: "Serve politica del rispetto"

 

Leggi tutto