Attenti al blog: Beppe Grillo lancia un nuovo sito

Beppe Grillo presenta il Movimento a 5 Stelle
1' di lettura

Nei prossimi giorni verrà inaugurato un servizio web di "democrazia partecipativa". Il movimento a 5 stelle parteciperà alle prossime elezioni regionali e (nel caso) a quelle politiche. "Ma il leader sarà un trentenne", dice il comico a SKY.IT

di Serenella Mattera

"Io sono uno che ha aperto una strada. Non vivo di politica. Il leader sarà un trentenne". Così Beppe Grillo racconta a SKY.IT i prossimi passi del “movimento di liberazione nazionale” lanciato due mesi fa a Milano.
Strumento fondamentale del movimento sarà il sito di democrazia partecipativa che sarà inaugurato nei prossimi giorni sulla home page del blog del comico e che darà forma al Movimento a cinque stelle. Nato dall’esperienza dei meet up, dei V-Day e delle liste civiche A cinque stelle, nel marzo 2010 il Movimento presenterà un proprio candidato alla presidenza di cinque Regioni. Ma è solo l’inizio. Il blogger genovese, insieme fondatore e padre nobile, promette infatti che il simbolo con le cinque stelle (che rappresentano i temi cardine: ambiente, acqua, sviluppo, connettività, trasporti) si vedrà d’ora in poi ad ogni consultazione elettorale. Anche alle politiche. E sceglierà in Rete il proprio leader. Che, appunto, non sarà Grillo.

Con il nuovo sito, il Movimento a cinque stelle inizierà quindi a prender forma. Una forma che è e sarà sempre più quella di "un non-movimento, una non-associazione, perché non è mai stata fatta prima un’associazione così". Il meccanismo lo spiega lo stesso Grillo: "Gratuitamente ci si iscrive e si ha la possibilità di votare su qualsiasi cosa. Dalle liste ai singoli progetti. Basta essere cittadini italiani e non essere iscritti a un altro movimento o partito politico". Si riceve una password e si entra in un inedito progetto di democrazia partecipativa. Perché "per la prima volta – sottolinea Grillo - ogni persona conta per uno" e in quanto tale influisce sulle singole decisioni.

Il programma esiste da due mesi, ma è aperto ai contributi degli internauti, secondo il modello Wiki (“la massa non è più stupida, ma diventa intelligente, si autogoverna”). Energia, trasporti, rifiuti, abolizione delle province e limite di due mandati per i parlamentari, accesso gratuito e libero alla Rete, sono solo alcuni dei temi. Ma poiché il Movimento non è un partito, il suo Statuto è  un “non-statuto”. "Non ha sede. Non ha cassiere, non ha tesoriere – elenca Grillo - Non prendiamo soldi pubblici e non chiediamo soldi a nessuno. Ogni operazione sarà sovvenzionata di volta in volta, con una raccolta fondi, come abbiamo fatto per Rudra Bianzino".   

Quanto alla forza elettorale, la registrazione al portale si presenta come uno strumento importante. "Ci conteremo. Sapremo chi siamo", spiega il blogger. E così, "se ci fosse la possibilità di andare a nuove elezioni", si deciderà anche se si ha la forza di competere alle politiche. Con un leader "possibilmente trentenne". L’età che hanno in media i cinque ragazzi che il Movimento ha candidato alla presidenza di regioni importanti (Campania, Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna). Nel presentarli dal suo blog Grillo parla di “unica alternativa al grande comitato d’affari formato dal Pdl e dal Pd senza la elle”.
Poi, nel suo stile, aggiunge: “Noi mandiamo a fanculo i partiti. Questo è un movimento per il futuro, che farà tremare tutti”.

Regionali, 30enni nati in Rete: i candidati di Beppe Grillo


Leggi anche:
Napoli, Grillo presenta la lista per le elezioni regionali: "Io come Obama"
Beppe Grillo lancia il suo "Movimento a 5 stelle"
Beppe Grillo: "L'acqua è un diritto non un business"
Grillo show al Senato: "In Parlamento ci sono 20 condannati"
Crac Parmalat: Grillo show a SKY TG24

Beppe Grillo su SKY.IT: tutti gli articoli e i video

Leggi tutto