Berlusconi: "Il Colle pensi ai giudici politicizzati"

1' di lettura

Dopo la nota con cui il Quirinale esprimeva preoccupazione per le dichiarazioni di Berlusconi sulla Consulta, il presidente del Consiglio ha replicato che bisognerebbe pensare alla giustizia politicizzata

Il momento politico-istituzionale è dei più delicati. Dopo il rammarico espresso dal Presidente Napolitano per le contrapposizioni, definite violente, che toccano le più alte cariche dello Stato e gli organi supremi di garanzia, Berlusconi non fa marcia indietro. Anzi, dopo il contestato discorso di Bonn davanti ai leader del partito popolare europeo, il Presidente del consiglio parla ancora di giustizia politicizzata. Dal Colle non manca un nuovo invito ad "uscire dalla contrapposizione esasperata". E con il Quirinale si schiera Fini: "Tutti si riconoscano nel Presidente della Repubblica".
 

Guarda anche:
Napolitano: basta contrapposizione esasperata
Berlusconi a Bonn: in Italia comanda il partito dei giudici
Fini: non condivido le parole del premier
Bersani interviene sulle parole di Berlusconi a Bonn: "Chi ha il potere non è il padrone"

Leggi tutto
Prossimo articolo