Mafia, Grasso ribadisce: legge sui pentiti va bene così

1' di lettura

Il procuratore nazionale antimafia è tornato a parlare della normativa relativa ai collaboratori di giustizia, per dire che non si tocca. Una replica poi al ministro Alfano: "L'attenzione mediatica non distrae i magistrati"

Dopo averne parlato alla presentazione dell'ultimo libro di Dacia Maraini, sull'argomento pentiti è nuovamente tornato il procuratore nazionale antimafia per dire che la relativa normativa "va bene così". E' quanto affermato nel corso di un'altra presentazione, quella del volume "Mafia export", scritto dall'ex presidente della commissione antimafia Francesco Forgione. Grasso ha poi aggiunto che "il concorso esterno in associazione mafiosa non si può abolire neanche volendo", per replicare infine al ministro Alfano rispetto ai pm distratti dai media: " Le indagini le fanno forze dell'ordine e magistrati che non si fanno distogliere dall'attenzione mediatica, ma che continuano con sempre più efficacia nella loro azione di contrasto alla criminalità organizzata".

Guarda anche:
L'affondo di Alfano ai pm: magistrati meno in tv
Il no di Piero Grasso a modificare la legge sui pentiti

Leggi tutto
Prossimo articolo