Fini: imparzialità non è rinuncia alle opinioni

Gianfranco Fini fuorionda
1' di lettura

Scajola: Fini fuori dalla linea del Pdl. Le parole in fuorionda del presidente della Camera provocano un terremoto politico nella maggioranza. Guarda il VIDEO

Ha suscitato una tempesta la pubblicazione sul sito di Repubblica del fuorionda di Gianfranco Fini con il procuratore di Pescara.
E il terremoto politico non si placa il giorno dopo.

Torna sul caso anche lo stesso Gianfranco Fini, durante la cerimonia in ricordo di Nilde Iotti a dieci anni dalla sua scomparsa.
"Come presidente della Camera dei deputati, Nilde Iotti offrì un esempio di imparzialità e di equilibrio che le valse il riconoscimento e la stima di tutte le parti politiche. Non rinunciava, però, alle sue idee. Come disse Luciano Violante, 'la sua imparzialità non fu mai neutralità".
E ha aggiunto: "Essere super partes non significava per lei rimanere estranei al confronto delle opinioni. Ciò non diminuì affatto l'apprezzamento che la circondava, perché la cultura democratica si fonda, a ben vedere, sul confronto delle idee. E' da lì che viene la capacità di dialogo e di ascolto".

"Se le dichiarazioni di ieri (di Fini, ndr) dimostrano qualcosa, dimostrano una volontà e un'azione che è diversa dalla considerazione e dalla linea del Popolo della Liberta"'. Così il ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola, in margine a un convegno dell'Ispi ha commentato il fuorionda del presidente della Camera Gianfranco Fini.

La polemica nasce dal fuorionda nel quale Fini parla di un premier che confonde il suo consenso con l'immunità, definisce le rivelazioni del pentito Gaspare Spatuzza sul premier "una vera bomba atomica".

Berlusconi furibondo fa replicare il portavoce del Pdl Capezzone: la linea su giustizia e pentiti è stata decisa dal Pdl, Fini spieghi se è d'accordo.
Il presidente della Camera ribatte a sera a Ballarò: "Berlusconi non c'entra nulla con la mafia. Ma io non ho nulla da chiarire e non cambio opinione, chi governa deve rispettare gli altri poteri".

Arriva anche il commento del coordinatore del Pdl Sandro Bondi: "L'intervento di Fini nel corso della puntata di ieri di Ballarò mi ha particolarmente amareggiato. Il problema non era e non è, come ho tentato di sostenere durante tutta la trasmissione, la giusta distinzione tra la sfera della democrazia, la sfera del consenso democratico che è all`origine della legittimità della politica, e quella della legalità, cioè della sottomissione alla legge anche di coloro che sono investiti di una rappresentanza politica, sia pure nei limiti della reciproca autonomia e indipendenza".

GUARDA ANCHE:

Fini: le dichiarazioni di Spatuzza sono una bomba atomica
Sandro Bondi: l'intervento di Fini mi ha amareggiato
Dichiarazione Fini, Pdl: ora deve delle spiegazioni
Buongiorno: "Secondo me si va a elezioni anticipate



Il video con il fuorionda di Gianfranco Fini:

Leggi tutto