Giustizia, Alfano: "Nessuna modifica al 416 bis"

1' di lettura

Alfano smentisce le voci sulla volontà del governo di modificare il reato di concorso esterno in associazione mafiosa e il Partito Democratico è scettico sulle offerte di dialogo sulla riforma della giustizia

Il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, smentisce ogni intenzione, da parte del governo, di modificare l'articolo 416 bis del Codice penale, ovvero quello che prevede il reato di concorso esterno in associazione mafiosa. Al contrario, dice Alfano conversando con i cronisti a San Macuto "stiamo lavorando con il ministro dell'Interno Roberto Maroni e sotto la guida del presidente del Consiglio a un piano straordinario di lotta alla mafia. Ci siamo già riuniti e aggiungeremo altre norme a quelle che abbiamo già presentato. Domani saremo a Caserta per farne un modello esportabile".

Leggi tutto