Finanziaria, Fini: no a fiducia su maxi-emendamento

Gianfranco Fini
1' di lettura

"Il presidente della Camera sarebbe in grossa difficoltà se la fiducia non fosse posta su un testo che esce dalla commissione ma su un maxi-emendamento del governo" ha detto il numero uno di Montecitorio

"Una cosa mi metterebbe in grossa difficoltà: se il voto di fiducia fosse chiesto dal governo non sul testo uscito dalla commissione ma su un maxiemendamento predisposto dall'esecutivo". Il presidente della Camera, Gianfranco Fini, precorre i tempi e spiega, presentando un libro nella sala del Mappamondo alla Camera, quale situazione all'imminenza dell'esame della manovra finanziaria, lo metterebbe in imbarazzo come presidente di Montecitorio.

Fini ha spiegato che se il governo ponesse la fiducia su un maxiemendamento questo significherebbe "per il Parlamento non poter svolgere il suo compito. Non tutte le fiducie hanno lo stesso impatto politico, in questo caso si tratterebbe di una questione di rispetto del governo nei confronti del Parlamento".

LEGGI ANCHE:
Fini: "Il processo breve non è riforma della giustizia"

Leggi tutto
Prossimo articolo