Giustizia, Alfano a Spataro: rivendico logica aziendale

1' di lettura

Inizia domani in commissione al Senato l'esame del processo breve, bocciato dal procuratore aggiunto di Milano che lo disapprova. Il Guardasigilli difende il testo. Per Di Pietro criminalizzare Spataro è "favorire la criminalità"

Inizia domani in commissione al Senato l'esame del processo breve, un provvedimento definito inutile dal procuratore aggiunto di Milano Armando Spataro, che boccia anche la riforma della Giustizia, a suo dire ispirata "ad una logica aziendale". Ma il Guardasigilli Angelino Alfano respinge l'accezione negativa di questa espressione. Per Di Pietro criminalizzare Spataro è "favorire la criminalità". L'Udc propone uno stop ai processi per legittimo impedimento. L'ex presidente Ciampi dice basta alle leggi ad personam: "Il premier delegittima le istituzioni".

Leggi tutto