PA, da oggi entra in vigore la riforma anti-fannulloni

1' di lettura

Le nuove norme prevedono più produttività, merito e trasparenza. E i "fannulloni", a secondo della gravità del caso, andranno incontro a sanzioni e licenziamenti

Diventano operative le norme annunciate dal ministro della funzione pubblica Renato Brunetta. La riforma punta a più produttività, merito e trasparenza, ma anche alla lotta ai fannulloni i quali, a secondo della gravità del caso, andranno incontro a sanzioni, pure penali, taglio dello stipendio e licenziamenti. Tra le novità più importanti incentivi economici e di carriera per i meritevoli. Sanzioni anche penali caso di falsi certificati medici: per il lavoratore "imbroglione" scatta il licenziamento con l'obbligo del risarcimento del danno, il medico sarà radiato dall'albo e licenziato.

Leggi tutto