Statali neoassunti, arriva l'obbligo di giuramento

1' di lettura

Il Consiglio dei ministri vara un provvedimento per combattere lentezze, disagi e costi della burocrazia. Brunetta ha presentato le novità tra cui la digitalizzazione della giustizia, delle cartelle cliniche e delle pagelle che diventeranno elettroniche

Per sradicare la pianta cattiva della "malaburocrazia" il governo presenta un nuovo pacchetto di misure che dovrebbero alleviare la vita del cittadino-utente. Ma tra i provvedimenti presentati in Consiglio dei ministri, il titolare della Funzione Pubblica Renato Brunetta tiene in particolar modo al ripristino del giuramento sulla Costituzione per i dipendenti pubblici neoassunti, pena il licenziamento. Molte le novità: Brunetta annuncia che i dati di chi si ammala saranno trasmessi al Dipartimento per la funzione pubblica, nella giustizia scatta la digitalizzazione del processo civile e penale che consentirà di risparmiare. Sarà possibile cambiare residenza senza la presenza fisica dell'interessato per via telematica. La carta d'identità sarà rilasciata a coloro che hanno compiuto 10 anni anzichè 15. Le cartelle cliniche saranno conservate in formato digitale. Novità anche per la scuola: a partire dall'anno scolastico 2012-2013 arriverà la pagella elettronica.

Leggi tutto