Giustizia, Anm: il ddl sul processo breve è devastante

1' di lettura

Dopo la presentazione al Senato da parte del governo del testo per accorciare il tempo dei processi, dura reazione della Associazione nazionale magistrati che parla di "inevitabile prescrizione per reati gravi", esprimendo " dubbi di costituzionalità"

Una riforma con "effetti devastanti sul funzionamento della giustizia penale in Italia": così l'Associazione nazionale magistrati giudica il ddl sul processo breve. E parla di "inevitabile prescrizione per reati gravi", esprimendo "forti dubbi di costituzionalità”.

Secondo il presidente e il segretario dell'Anm Luca Palamara e Giuseppe Cascini, in merito al ddl sul processo breve: "E' impensabile che il processo per una truffa di milioni di euro nei confronti dell'imputato incensurato si estingua, mentre debba proseguire il processo per una truffa da pochi euro, commessa da una persona già condannata, magari anni prima, per altro reato".

GUARDA ANCHE:
Processo breve, prescrizione 2 anni dopo rinvio a giudizio

Leggi tutto