Finanziaria, via libera dalla Camera ma il governo va sotto

1' di lettura

Il testo, approvato all'unanimità, tornerà ora al Senato. In mattinata la maggioranza era stata battuta su un emendamento dell'Idv e una mozione della Lanzillotta, fatta propria dal Pd

La Camera dei deputati ha approvato all'unanimita' la riforma della legge finanziaria. L'Aula ha votato il provvedimento con 467 voti favorevoli, due astenuti e nessun contrario. Il disegno di legge di riforma della contabilita' tornera' ora al Senato.

In precedenza, durante la votazione degli emendamenti, il governo e' stato battuto su due proposte dell'opposizione.

Il primo testo dell'Idv, su cui il governo aveva espresso parere contrario, e' passato con 263 voti a favore e 259 contrari. Subito dopo un altro emendamento di Linda Lanzillotta, fatto proprio dal Pd, sempre con parere contrario del governo, è stato approvato con 262 voti favorevoli contro 259 contrari. I segnali di una votazione al cardiopalma c'erano stati già poco prima, quando il governo si era salvato per soli due voti, soltanto grazie alle assenze in Aula dei rutelliani, che partecipavano alla conferenza stampa di presentazione di Alleanza per l'Italia.

Leggi tutto
Prossimo articolo