Caso Cosentino, le reazioni del Pdl

1' di lettura

L'ordinanza di misura cautelare per il sottosegretario all'Economia "aveva i voti dal clan dei Casalesi. Scajola: "Indagine che lascia perplessi". Ghedini parla di "accuse inconsistenti e incredibili". Cicchitto: "Piena solidarietà"

Eletto con il sostegno dei Casalesi. Accuse pesantissime quelle scritte nell'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti di Nicola Cosentino, parlamentare del Pdl. Il ministro Scajola: difende il sottosegretario: "Persona che si é sempre dedicata tantissimo al territorio". Ghedini parla di "accuse inconsistenti e incredibili". Per Cicchitto: " Si è ripetuto il meccanismo della "sentenza anticipata". Per mesi c'è stata una devastante campagna di stampa, poi sono entrati in campo i pentiti, quindi addirittura la richiesta di arresto. Il Pd: problema di opportunità.

Guarda anche:

Cosentino, il gip: sostegno elettorale dai Casalesi
Fini a SKY TG24: Cosentino non sarà candidato
L'avvocato Ghedini: accuse inconsistenti

Leggi tutto