Su discorso Bersani coro di critiche dell'opposizione

1' di lettura

Prevedibili le reazioni politiche all'intervento d'insediamento del neosegretario del Pd. Le stesse congratulazioni di alcuni della maggioranza sono state sempre accompagnate da determinati distinguo

Se non mancano gli auguri di alleati e potenziali compagni di strada senza condizioni, come quelli formulati a Bersani dal leader di Rifondazione Paolo Ferrero, tra questi ci sono anche quelli conditi di rilievi. Così Pannella ha parlato di bellissimo intervento da parte del neo segretario del Pd, viziato però di fondo: "Bersani parla come se dietro di sé non avesse la politica di cinquant'anni di comunismo". Dure le reazioni nel centrodestra. Ha aperto il fuoco il ministro Calderoli: "Bersani parla di favole; noi col federalismo facciamo i fatti". Il capogruppo del Pdl alla Camera, Fabrizio Cicchitto, ha sì raccolto la sfida sulla giustizia, ricambiando però con una stoccata alle accuse rivolte alla maggioranza di concentrarsi su riforme ad personam: "E' evidente che occorre anche sgombrare il campo da un uso politico della giustizia, che è stato concentrato in primo luogo contro Berlusconi". Daniele Capezzone, da parte sua, ha bollato come "deludente e infarcito di anti-berlusconismo" il discorso del segretario del Pd. Toni più sfumati, invece, e incoraggianti quelli del ministro della Difesa Ignazio La Russa: "Giusto un confronto sulle riforme ma sia senza pregiudizi".

Leggi tutto