Berlusconi tra intesa con Casini e confessioni personali

1' di lettura

Il vertice serale del Pdl ha dato mandato al Presidente del Consiglio di stringere un accordo con il leader dell'Udc soprattutto in vista delle prossime elezioni regionali. Intanto il premier smentisce di mirare al Colle e d'aver avuto relazioni con Noemi

Il vertice serale del Popolo della Libertà ha dato mandato al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi di stringere un accordo con il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini. L'incontro è in programma per oggi e dovrebbe vertere sulle prossime elezioni regionali in Piemonte, Puglia e Calabria. Un accordo nazionale, in ogni caso, sembra difficile in quanto Casini sembra intenzionato a mantenere la sua posizione "terzista" da giocare su più tavoli. Nel frattempo il premier ha risposto ad alcune delle 10 domande di "Repubblica", affidando la replica a Bruno Vespa su due temi principali: l'ascesa al Colle e la relazione con Noemi Letizia. Secca smentita in entrambi i casi: "Non ho mai pensato al Quirinale; ho sempre suggerito Gianni Letta. Circa Noemi nessuna relazione; sono solo calunnie".

Leggi tutto
Prossimo articolo