"Ci sarà sangue". Minacce a Maroni e Alfano per il 41 bis

1' di lettura

Una lettera è stata recapitata ieri alla sede palermitana di Repubblica. "Noi familiari dei detenuti abbiamo sopportato fin troppo. E' il momento di presentare il conto". Minacciati anche gli onorevoli Vizzini e Lumia e i magistrati Barbiera e Piscitello

Una lettera di minacce ai ministri dell'Interno e della Giustizia, Roberto Maroni e Angelino Alfano, è stata recapitata ieri alla redazione palermitana del quotidiano La Repubblica. La missiva, su cui stanno indagando i carabinieri, reca minacce anche ai parlamentari del Pdl e del Pd, Carlo Vizzini e Giuseppe Lumia, nonchè ai vicecapi di gabinetto di via Arenula, e ai magistrati Roberto Piscitello e Sergio Barbiera. La lettera è firmata da sedicenti familiari dei detenuti sottoposti alle restrizioni del 41 bis. "Pagherete e ci sarà sangue", sono le minacce contenute nella missiva

Leggi tutto
Prossimo articolo