Maroni contro il video choc: bastava un fotogramma

1' di lettura

Il ministro dell'Interno boccia la decisione della procura di Napoli di diffondere il video dell'esecuzione di Mariano Bacioterracino. Maroni condanna anche la reazione della società civile che emerge dalle immagini

Quella sequenza sbattuta in faccia all'opinione pubblica su come si muore nei vicoli di "Gomorra" non gli è piaciuta. Maroni non ha dubbi: "Io quel video non l'avrei trasmesso. Bastava pubblicare il fotogramma che inquadrava quel soggetto perchè - sostiene il ministro dell'Interno in un'intervista al "Corriere della sera" - la diffusione ha aiutato ma solo nel fermo immagine. Il ministro poi si sofferma sull'indifferenza dei passanti: "E' inaccettabile che uno scavalchi un cadavere come se non fosse successo niente. Purtroppo la reazione civile è molto tiepida ma questa è questione che non può risolvere il ministro dell'Interno".

Guarda anche:

Napoli, così uccide la camorra
Le telecamere di SKY TG24 nel bar dell'omicidio
La sequenza del delitto
Saviano: Napoli denunci Gomorra

Leggi tutto