Oggi le primarie: il popolo del Pd sceglie il leader

1' di lettura

Pierluigi Bersani, Dario Franceschini e Ignazio Marino i tre candidati alla segreteria. Acque agitate dopo il caso Marrazzo. Oltre 10 mila i seggi: si vota fino alle 20

Oltre 10 mila seggi sparsi in tutta Italia. Con l'incognita affluenza legata anche al caso-Marrazzo. Il popolo del Partito democratico sceglie il proprio leader. E stavolta, probabilmente, si tratta di primarie più "vere" rispetto alle precedenti edizioni, quando le vittorie di Romano Prodi e Walter Veltroni erano sicure. Anche in questo caso c'è un favorito: Pierluigi Bersani. Ma i suoi due sfidanti, Dario Franceschini e Ignazio Marino, non demordono.

I seggi per votare alle primarie del Pd sono allestiti anche in qualche cinema e circolo. Saranno aperti dalle 7 alle 20, per scoprire quali e dove sono chi intende votare deve andare sul sito del Pd o telefonare al numero verde 848.88.88.00.
Ci sono due schede: una azzurra per segretario e assemblea nazionale, una rosa per indicare in ciascuna regione il segretario e l'assemblea regionale.
Per votare serve un contributo minimo di 2 euro, un documento valido e - per i maggiorenni - la tessera elettorale. Possono votare anche i 16enni, e gli extraUe con permesso di soggiorno.

Tutte le notizie sulle primarie del PD

Leggi anche:
Bersani: "Siamo noi la gente normale"
Primarie Pd, Violante vota Franceschini
Bersani, Franceschini, Marino: il giorno del faccia a faccia
Congresso Pd: i grandi assenti
Pd, a Bersani il 55% dei voti nei congressi di circoli
Pd: ora scatta la sindrome "Zabriskie point"
Pd 2.0: le primarie fanno discutere il web

Leggi tutto