Napolitano: neppure da ministro fui uomo di parte

1' di lettura

Il capo dello Stato parla ai prefetti e lancia un messaggio al premier rispondendo alle critiche degli ultimi giorni. Poi l'auspicio che si realizzino "alcune incisive modifiche costituzionali"

"Già tredici anni fa, quando diventai ministro dell'Interno, ero determinato a svolgere l'incarico come uomo ormai delle istituzioni e non di una parte politica". Così il capo dello Stato parla ai prefetti e lancia un messaggio al premier rispondendo alle critiche degli ultimi giorni. Poi l'auspicio che si realizzino "alcune incisive modifiche costituzionali per dare coerenza alla svolta che è stata avviata in senso autonomistico e federalista".

Leggi anche:
Lodo Alfano, Berlusconi: con il Quirinale coabitazione leale
Berlusconi: il popolo è con me, nessuno è super partes
Napolitano: io sto con la Costituzione

Leggi tutto
Prossimo articolo