Scudo fiscale, Napolitano: "Non potevo non firmare"

1' di lettura

Il capo dello Stato rispondendo a un cittadino: "Se non firmo, il Parlamento rivota un'altra volta la stessa legge e a quel punto io sono obbligato a firmare"

Il presidente della Repubblica ritorna sul tema dello scudo fiscale che le opposizioni gli avevano chiesto di non firmare. "Non firmare non significa niente", ha risposto Giorgio Napolitano a un cittadino che gli ha chiesto di non apporre la sua firma alla legge, spiegando che la Costituzione prevede che la legge possa essere nuovamente approvata e in quel caso lui sarebbe "obbligato" a firmare. "Nella Costituzione c'è scritto che il presidente promulga le leggi. Se non firmo oggi, il Parlamento rivota un'altra volta la stessa legge e a quel punto io sono obbligato a firmare".

Leggi tutto
Prossimo articolo