Pd, Bersani: riconoscere valore a voto degli iscritti

1' di lettura

Le primarie del 25 ottobre si avvicinano e sale la tensione tra i candidati alla segreteria. Franceschini: mi batto contro inciuci e conservatori

Tre settimane, poco più. Le primarie del 25 ottobre si avvicinano e sale la tensione tra i candidati alla segreteria del Pd. Pierluigi Bersani, forte dei "dati inequivocabili" che gli as­segnano la vittoria nei circoli, invita a "rasserenare il clima" e a "rispettare" chi lo ha vota­to: "Sento girare cose che non vanno bene e non vorrei che per picconare il mio risultato si picconasse la ditta...". Mentre Dario Fran­ceschini giura che non si farà annientare da quei "nostalgici" che hanno mandato a casa prima Prodi e poi Veltroni

Leggi tutto