La Prestigiacomo indagata per peculato

1' di lettura

Acquisti di articoli di moda con la carta di credito del ministero. La replica: "Mai usata per motivi personali". Il presidente del Consiglio Berlusconi: "Sono convinto che la sua assoluta integrità sarà immediatamente riconosciuta"

Il Ministro Prestigiacomo da molti anni opera al mio fianco con grande capacità e con grande dedizione. Sono convinto che la sua assoluta integrità sarà immediatamente riconosciuta". Lo afferma, in una nota, il premier Silvio Berlusconi. Il ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo è indagata per peculato dalla Procura di Roma, che ha inviato gli atti al Tribunale dei ministri, perché avrebbe fatto acquisti personali con una carta di credito ministeriale. In una telefonata intercettata dalla Guardia di Finanza di Firenze, nell'ambito di un altro procedimento giudiziario, un funzionario ministeriale avrebbe fatto riferimento ad acquisti di articoli femminili effettuati dal ministro Prestigiacomo con una carta di credito del ministero. "Non ho mai usato la carta di credito per motivi personali" ha dichiarato il ministro che si è poi detta "profondamente nauseata e sconcertata", chiedendo che sia fatta piena luce su tutta questa vicenda". "Sono pronto a querelare, ha concluso la Prestigiacomo, chiunque metta in discussione la mia onestà".

Leggi tutto