Est Europa, Papa: "Crisi deriva da postcomunismo"

1' di lettura

All'indomani del viaggio apostolico nella Repubblica Ceca Benedetto XVI ha rilevato, all'udienza generale del mercoledì, gli effetti nocivi del consumismo dopo il lungo inverno del totalitarismo ateo nei paesi dell'ex blocco sovietico

Il viaggio apostolico nella Repubblica Ceca è stato il tema intorno cui si è sviluppata l'udienza generale di Benedetto XVI. Un punto della situazione, che ha consentito al papa teologo non solo di ripercorrere spiritualmente le principali tappe della visita ma anche di fare una puntuale diagnosi del "momento difficile" in cui versa l'Est Europa: "Alle conseguenze del lungo inverno del totalitarismo ateo si stanno sommando gli effetti nocivi di un certo secolarismo e consumismo occidentale". Nel ricordare, altresì, l'incontro con la comunità accademica praghese, il pontefice, menzionando gli esempi di Kafka e di Mendel, ha rilevato che "la cultura umanistica e quella scientifica non possono essere separate, anzi, sono le due facce di una stessa medaglia".

Leggi tutto
Prossimo articolo