Giustizia, Brunetta: "L'Anm è un mostro"

1' di lettura

Il ministro della Pubblica amministrazione ha sottolineato che l'associazione di categoria "decide gli equilibri all'interno del Csm. Di conseguenza, bisogna tagliare questa cinghia di trasmissione".

Dopo i "fannulloni" e "certa sinistra" nel mirino di Renato Brunetta finiscono i magistrati. E, in particolare, la loro associazione di categoria, l'Associazione nazionale dei magistrati, definita un "mostro" che finisce con l'avere effetti anche sul funzionamento del Csm, l'organo di autogoverno delle toghe. Di conseguenza, "bisogna tagliare questa cinghia di trasmissione".

Leggi tutto