Istruttoria su Annozero, è scontro. Pd: abuso di potere

1' di lettura

Il Ministero dello Sviluppo economico aprirà un'inchiesta sulla trasmissione, per verificare che abbia rispettato gli obblighi di imparzialità e correttezza. Contro la linea dell'esecutivo insorge l'opposizione: "Iniziativa senza precedenti"

Politica in fermento e maggioranza e opposizione ai ferri corti sul caso Annozero. La decisione del governo di aprire un'istruttoria sulla trasmissione televisiva con la convocazione dei vertici Rai, per verificare se la puntata in questione abbia rispettato o meno i principi di completezza e di obiettività richiesti dal contratto di servizio, scatena l'immediata reazione delle opposizioni e non solo. Una procedura mai adottata prima, che sarà portata avanti dal viceministro con delega alle Comunicazioni, Romani, d'intesa con il titolare del dicastero dello Sviluppo economico, Scajola. Procedura, spiegano dall'esecutivo, necessaria per richiedere eventualmente l'applicazione di sanzioni. A bocciare la puntata è anche il presidente del Senato Renato Schifani che alla Rai chiede "niente gossip e niente cattivo gusto". Al governo ribatte tutta l'opposizione. Dal Pd Massimo D'Alema parla di intervento inopportuno e Bersani: "Scajola farebbe bene ad occuparsi delle fabbriche". L'Udc denuncia quello che definisce "un evidente infortunio istituzionale", mentre il leader dell'Italia dei Valori Di Pietro annuncia, per lunedì, un'interrogazione sull'operato del ministro.

Leggi tutto