Sparite le norme "antifannulloni", smentita di Brunetta

1' di lettura

Secondo i sindacati un decreto dello scorso luglio avrebbe cancellato le regole contro gli scansafatiche sul lavoro ma il ministro della Pubblica Amministrazione smentisce e parla solo di piccole modifiche

"Sulle norme contro i dipendenti pubblici si fa marcia indietro". Secondo i responsabili sindacali del settore pubblico un decreto legge di luglio avrebbe cancellato le norme approvate nel 2008, quelle che prevedevano disposizioni penalizzanti per gli impiegati pubblici come l'indennità di malattia ridotta e la fascia di reperibilità per i dipendenti in malattia estesa a tutta la giornata. Brunetta smentisce e dal suo staff fanno sapere che l'unica modifica intervenuta nel decreto legge riguarda le fasce di reperibilità, che sono state semplicemente uniformate a quelle nel settore privato.

Leggi tutto
Prossimo articolo