Kabul, La Russa: più truppe non necessariamente italiane

1' di lettura

Il ministro della Difesa afferma che la Nato potrebbe richiedere agli alleati l'invio di altre truppe ma non è detto che sia l'Italia a dover incrementare la sua presenza. Sul rifinanziamento della missione La Russa è sicuro che Bossi non si "impunterà"

Nel giorno del triste ritorno a casa delle sei vittime di Kabul accolte a Ciampino dalle alte cariche dello Stato, è il ministro della Difesa Ignazio La Russa ad anticipare lo scenario che potrebbe concretizzarsi nel teatro afghano. La Russa fa sapere che il comando dell'Alleanza Atlantica potrebbe richiedere un rafforzamento del contingente. "E' possibile - afferma - che dalla Nato arrivi la richiesta di una maggiore presenza militare in Afghanistan, ma non significa che saranno aumentati gli italiani".

Afghanistan: le ultime notizie e i servizi di TG24

Guarda le fotogallery:

L'arrivo delle salme a Roma

Il saluto del piccolo Simone Francesco a suo papà

Kabul, il saluto dei commilitoni ai parà uccisi


GUARDA L'ALBUM FOTOGRAFICO

Leggi anche:
Strage Kabul, "sparati da italiani solo colpi in aria"

Strage Kabul, "la situazione resta ad alto rischio"

Attentato a Kabul, strage di italiani
I nomi, i volti, le storie dei sei militari morti
Lunedì funerali solenni e lutto nazionale
Il fratello di uno dei feriti: "Non è una missione di pace"

Leggi tutto
Prossimo articolo