Kabul, La Russa: infami e vigliacchi non ci fermeranno

1' di lettura

Il ministro della Difesa ha espresso "vicinanza vera e profonda alle famiglie dei caduti". Osservato un minuto di silenzio alla Camera, cordoglio ai familiari dei parà morti anche da Berlusconi e da tutte le forze politiche. Il Pd: serve riflessione seria

L'Italia piange i soldati morti in Afhanistan, cordoglio e dolore sono stati espressi da tutte le forze politiche. "Vicinanza vera e profonda alle famiglie dei caduti" ha manifestato in Senato il ministro della Difesa Ignazio La Russa, che poi ha rilanciato l'impegno italiano in Afghanistan: "Agli infami vigliacchi aggressori che hanno colpito ancora una volta nella maniera più subdola va sicuramente la nostra ferma convinzione che non ci fermeremo nelle operazioni", ha detto La Russa. "Profondo cordoglio" è stato espresso anche da Berlusconi e da tutte le forze politiche, alla Camera è stato osservato un minuto di silenzio. Per Anna Finocchiaro, del Pd, è necessario "affrontare una discussione in Parlamento che sia meno rapsodica di quanto non accada di solito sulle missioni internazionali e sull'Afghanistan".

Leggi tutto