Pdl, Berlusconi: "Con Fini fraintendimenti superabili"

1' di lettura

A Porta a Porta il premier ha minimizato sulle fibrillazioni che agitano la coalizione di governo ma ha riconosciuto che col presidente della Camera ci sono due diverse idee sul funzionamento del partito. Per il Pd nella maggioranza si è creata una crepa

Berlusconi minimizza ma le acque nel Pdl restano agitate, con Fini nel mirino della Lega e de Il Giornale e gli ex An che chiedono un riequilibrio nella coalizione. Dagli studi di Porta a Porta il premier non ha nascosto divergenze con Fini sulla concezione del partito: "I problemi? Sono tutti suoi", si è lasciato andare. Però ha pure assicurato che i "fraintendimenti" con il presidente della Camera sono "superabilissimi, rigettando l'ipotesi di elezioni anticipate. Al momento però le distanze con Fini restano. E restano anche quelle con Casini, con cui Berlusconi si è beccato in diretta. Per il Pd nella maggioranza si è creata una crepa.

Guarda anche:
Bufera su Porta a Porta, Franceschini declina l'invito
Porta a Porta con Berlusconi battuto da Canale 5
Berlusconi querela la Repubblica per le 10 domande
Berlusconi cita l'Unità per danni

 

Leggi tutto
Prossimo articolo