Dossier a luci rosse su An, Fini querela Feltri

1' di lettura

L'avvocato del presidente della Camera conferma di aver presentato istanza contro il direttore de Il Giornale in relazione all'articolo "Il presidente Fini e la strategia del suicidio lento".Deputati ex An a Berlusconi: "Evitare corto circuito"

"Dando seguito al mandato ricevuto dal presidente della Camera, Gianfranco Fini, e' stata presentata querela contro il direttore de Il Giornale Vittorio Feltri in relazione all'articolo Il presidente Fini e la strategia del suicidio lento. Ultima chiamata per Fini: O Cambia rotta o lascia il Pdl". Lo ha reso noto Giulia Bongiorno, presidente della Commissione giustizia della Camera e avvocato del presidente della Camera.

La querela era già stata annuciata ieri dallo stesso avvocato di Gianfranco Fini. "Inserire in un articolo che si riferisce a vicende politiche e al presidente Gianfranco Fini una allusione generica ad 'un fascicolo del 2000 su faccende a luci rosse' che riguarderebbero personaggi di Alleanza Nazionale, e' un fatto gravissimo che lede la reputazione del presidente della Camera dei Deputati. Valuteremo quali iniziative assumere in sede giudiziaria", aveva detto in una nota la deputata Pdl Giulia Bongiorno.
Affermazioni che il direttore de Il Giornale aveva così commentato in un'intervista a La Stampa: "L'importante non e' fare una querela, ma vincerla. E in questo caso sara' dura. Molto dura".

Causa della querela un editoriale pubblicato ieri in prima pagina su Il Giornale, dal titolo Il presidente Fini e la strategia del suicidio lento, in cui Vittorio Feltri attacca Gianfranco Fini. Il presidente della Camera "ha l'esigenza immediata di trovare una ricollocazione: o di qua o di la'. Non gli e' permesso di tenere un piede nella maggioranza e uno nell'opposizione. Deve risolversi subito", scrive Feltri. "E si ricordi che bocciato un lodo Alfano se ne approva un altro, modificato, e lo si manda immediatamente in vigore. Ricordi anche che delegare i magistrati a far giustizia politica e' un rischio. Specialmente se le inchieste giudiziarie si basano su teoremi". E conclude: "Perche' oggi tocca al premier, domani potrebbe toccare al presidente della Camera. E' sufficiente, per dire, ripescare un fascicolo del 2000 su faccende a luci rosse riguardanti personaggi di Alleanza Nazionale per montare uno scandalo. Meglio non svegliare il can che dorme". "Inoltre, valuti Fini, che se la Lega si scoccia e ritira la sua delegazione, il voto anticipato e' inevitabile. Allora per lui, in bilico tra destra e sinistra, sarebbe una spiacevole complicazione". Intanto una cinquantina di parlamentari hanno firmato una lettera di "patto di consultazione permanente" tra i "cofondatori" del Pdl Berlusconi e Fini e attraverso la quale viene espresso anche un giudizio assai severo sugli attacchi de Il Giornale di Feltri al presidente della Camera.  

Guarda anche:
Il direttore de Il Giornale Vittorio Feltri attacca il presidente della Camera Fini
Feltri contro Fini, Tremonti: serve discussione nel Pdl

Leggi tutto