Procuratore Palermo: sorpreso per parole di Berlusconi

1' di lettura

Non ci sono indagini in corso sulle stragi di mafia del '92 e 93. E' quanto affermato dal magistrato Francesco Messineo, che si è detto sorpreso delle dichiarazioni del presidente del Consiglio

Quanto detto da Silvio Berlusconi, lo scorso 8 settembre, su nuove indagini a Milano e Palermo relative alle stragi del '92-'93, lapidariamente definite come "follia pura", hanno provocato l'immediata reazione del procuratore capo del capoluogo siculo Francesco Messineo, appena rientrato da un viaggio in medio Oriente: "Mi hanno onestamente sorpreso le dichiarazioni di Berlusconi su noi e sulla Procura di Milano, perché noi non abbiamo indagini su tali stragi". Ha quindi parlato "delle indagini alle quali partecipa e collabora il pentito Gaspare Spatuzza", specificando, in ogni caso, che esse sono relative "a delitti di mafia avvenuti a Palermo. Non hanno nulla a che  vedere con le stragi. Il nostro angolo di visuale su Spatuzza concerne i delitti attribuiti ai contesti criminali di cui lui faceva parte  negli anni in cui operava".

Guarda anche:
Le inchieste di mafia dividono il Pdl

Leggi tutto