Mafia, Pdl diviso su riapertura inchiesta stragi

1' di lettura

Ieri il ministro della Giustizia Alfano ha difeso i magistrati siciliani, trovando il plauso di Gianfranco Fini. Su posizioni molto diverse Renato Schifani, che non ha rinunciato ad una polemica a distanza con il presidente della Camera

Le parole di Gianfranco Fini sul dovere di non alimentare il sospetto che il Pdl sia timido nelle ricerca della verità sulle stragi di mafia continuano a scuotere maggioranza e Pdl. Dopo di lui è Angelino Alfano, da siciliano e da ministro della Giustizia, a pronunciare parole che pesano, lontane da quelle del premier Silvio Berlusconi che aveva tacciato di follia l'idea di riaprire le inchieste sul 92-94. Ma dallo stesso palco da cui parla il guardasigilli un altro siciliano, questa volta il presidente del Senato Schifani, spende parole altrettanto nette, ma che vanno in un'altra direzione.

Leggi tutto