Voto agli immigrati, Bossi contro Fini: "E' matto"

1' di lettura

Il senatur all'attacco del presidente della Camera: "Perde voti se non capisce che gli extracomunitari vanno aiutati a casa loro". In serata cena con Berlusconi e Tremonti sulle regionali, la Lega vuole Lombardia, Piemonte e Veneto

Sono le prossime elezioni regionali il piatto forte della cena di Arcore tra Berlusconi, Bossi e Tremonti, con il leader leghista che punta ad almeno tre candidature e che come antipasto serve un duro attacco al presidente della Camera, Gianfranco Fini: "Quello lì è matto", dice Bossi. Poi chiarisce: "Anche noi vogliamo aiutare gli immigrati ma a casa loro, se Fini non lo capisce è destinato a perdere altri voti''. Un assaggio della strategia per l'autunno, con il Carroccio che per le regionali di primavera vuole la candidatura di un proprio esponente in Lombardia, Piemonte e Veneto. Parole durissime contro Fini arrivano anche da Vittorio Feltri, che accusa il presidente della Camera di aver cambiato idea su molte questioni, a partire proprio dall'immigrazione, con l'obiettivo di accreditarsi per una futura corsa al Quirinale. Secca la replica della fondazione Farefuturo, vicina alla terza carica dello Stato: "Fini fa il suo mestiere, non sta a cuccia". Il Secolo d'Italia parla invece di attacco a freddo.

Leggi tutto