Tripoli, Berlusconi chiede rigore sui clandestini

1' di lettura

Ancora polemiche sull'immigrazione. Il presidente del Consiglio ha rivendicato la linea della fermezza e la bontà dell'accordo con Gheddafi. Critica l'opposizione, mentre l'Udc ha deciso di manifestare davanti all'ambasciata libica a Roma

Ad alimentare lo scontro politico sul tema immigrazione hanno concorso due avvenimenti, fra l'altro accaduti contemporaneamente: la visita in Libia di Berlusconi e il nuovo respingimento da parte dell'Italia di 75 migranti. Il presidente del Consiglio ha rivendicato la linea dura, ma l'opposizione critica sia le politiche sull'immigrazione sia la decisione di presenziare, al fianco di Gheddafi, alle celebrazioni anniversarie dell'accordo, che ha chiuso il contenzioso coloniale con Tripoli. E' annunciata intanto una manifestazione dell'Udc davanti all'ambasciata libica a Roma.

Leggi tutto