Caso Boffo, pubblicata lettera anonima ai vescovi

1' di lettura

Il Corriere della Sera ha reso noto il testo della "informativa" sul direttore di Avvenire, di cui aveva parlato il quotidiano di Vittorio Feltri. Non accenna a placarsi il dibattito politico sulla vicenda

Quella che il quotidiano di Feltri aveva definito "informativa" su Dino Boffo, è una lettera anonima, su foglio A4, inviata, tre mesi or sono, a tutti i vescovi italiani. Come spiegato dal Corriere della Sera, che ne ha pubblicato il testo, la missiva, intitolata "riscontro a richiesta di informativa di sua Eccellenza", fu recapitata all'epoca dello scandalo Berlusconi-Noemi insieme a una copia del decreto di patteggiamento per molestie. Nel testo, in più punti sgrammaticato, si parla di un Boffo "noto omosessuale già attenzionato dalla Polizia di Stato per questo genere di frequentazioni" e della conoscenza del presunto "reato"  da parte dei cardinali Ruini e Tettamanzi nonché dell'arcivescovo di Firenze Giuseppe Betori, già segretario generale della Cei. Ma la battaglia sembra essere solo all'inizio: mentre Boffo ha annunciato per oggi querela, Feltri lo ha invitato, di rimando, a smentire se è nelle condizioni di farlo. Piena solidarietà a Boffo da parte di Giovanni Maria Vian, direttore de  L'Osservatore Romano, che tuttavia ha giudicato imprudenti alcune scelte del quotidiano della Cei. Divise anche le forze politiche. Mentre Marco Minniti del Pd teme, unitamente all'Udc, un dossieraggio illecito, Fabrizio Cicchitto ha replicato che è inaccettabile l'uso di due pesi e due misure.

 LEGGI ANCHE:

Berlusconi: "Mai parlato con Feltri"
Caso Avvenire, Boffo: "E' una montatura"
Vittorio Feltri: abbiamo scritto solo la verità
Feltri contro la Cei, salta la cena Berlusconi-Bertone

Leggi tutto
Prossimo articolo