Caso Boffo, ancora veleni. La Cei: potrebbe dimettersi

1' di lettura

Monsignor Mogavero, presidente del consiglio Cei per gli Affari giuridici, ha definito "un avvertimento di tipo mafioso" l'informativa sul direttore di Avvenire a cui chiede però di valutare di lasciare l'incarico "per il bene della Chiesa"

"Un avvertimento di tipo mafioso". Monsignor Domenico Mogavero, presidente del consiglio Cei per gli Affari giuridici, definisce così l'informativa sul direttore dell'avvenire Dino Boffo pubblicata da "Il Giornale". Boffo non ha intanto intenzione di arrendersi e domani pubblicherà un secondo editoriale in cui spiegherà la sua verità sui fatti. Ma monsignor Mogavero gli suggerisce di valutare le dimissioni "non certo per ammissione di colpa" ma "per il bene della chiesa e del giornale".

Leggi anche:
Il Giornale contro Avvenire, ma Berlusconi si dissocia
Caso Boffo, Feltri: abbiamo scritto solo la verità
Feltri contro la Cei, salta la cena Berlusconi-Bertone
Caso Boffo, Bagnasco: "Attacco disgustoso"
Caso Boffo, il direttore di Avvenire: "E' tutta una montatura"

Leggi tutto