Vittorio Feltri: abbiamo scritto solo la verità

1' di lettura

Il direttore del Giornale non fa un passo indietro dalle sue posizione nella polemica con Avvenire e il suo direttore Dino Boffo. Neanche la presa di distanza da parte del suo editore, Silvio Berlusconi, scompone l'arcigno giornalista

"Mi sarei stupito se il presidente del Consiglio si fosse associato a quanto scritto dal nostro giornale. Io comando a Il Giornale e lui comanda al Governo". Così il direttore del Il Giornale, Vittorio Feltri, risponde alla presa di distanza del Premier dalla querelle con Avvenire. Il direttore continua: "Le notizie si danno se non costituiscono reato. Dino Boffo ¿ direttore di Avvenire ¿ ha patteggiato una pena pecuniaria e le sentenze della magistratura non sono un fatto privato". Feltri conclude: "Non ho sentito il mio editore e non credo che lo sentirò, continuiamo su questa linea".

Leggi tutto