Migranti, su Facebook manifesto shock della Lega

1' di lettura

Sul social-network più famoso al mondo appare un manifesto del Carroccio dai toni estremamente razzisti: "Immigrati clandestini: torturarli! E' legittima difesa". Il presidente dei deputati del Carroccio Cota smentisce: "E' una truffa"

Su una pagina del social-network che risulta intestata alla Lega Nord, come immagine del profilo, è stato scelto un manifesto: "Immigrati clandestini: torturali! E' legittima difesa". Al gruppo risultano iscritte 400 persone. Tra i nomi spiccano quelli del leader della Lega Nord Umberto Bossi e del figlio Renzo. Immediata è arrivata la smentita del Presidente dei deputati della Lega, Roberto Cota: "E' una truffa, qualcuno si è spacciato per leghista intestando una pagina di Facebook ad una sezione della Lega che abbiamo verificato non corrispondere ed è stato utilizzato un manifesto patacca".

Leggi anche:
Facebook, rimosso il gioco "Rimbalza il clandestino"

Leggi tutto