Immigrati, scontro Vaticano-Lega. Frattini: rispettate norme

1' di lettura

Dopo l'ultima strage al largo di Lampedusa, Monsignor Vegliò definisce offensive le parole pronunciate nei giorni scorsi dal ministro Calderoli, mentre il titolare della Farnesina dice a SKY TG24: applicate le regole europee. Grave l'eritrea sopravvissuta

"Le critiche alla politica sull'immigrazione? Non sono quelle del Vaticano". Così Roberto Calderoli giorni fa aveva reagito ai rilievi mossi da monsignor Antonio Maria Vegliò, presidente del Pontificio Consiglio per i migranti. Il ministro leghista aveva poi fatto riferimento ai clandestini "partiti anche sulla base dei messaggi dell'opposizione o di monsignor Vegliò". Affermazioni che oggi il prelato respinge come "inaccettabili e offensive". Il segretario del Pd Franceschini parla di vergogna indegna di un Paese civile. Intanto Frattini ribadisce: "Abbiamo applicato le regole europee". In giornata la Guardia di Finanza ha soccorso un altro gommone con 57 clandestini al largo di Lampedusa, mentre restano gravi le condizioni dell'unica superstite donna della strage in mare di 73 eritrei.

Leggi tutto
Prossimo articolo