Immigrati, Bossi ai vescovi: parole con poco senso

1' di lettura

Polemica aperta sul naufragio dei clandestini eritrei al largo delle coste italiane. Il Senatùr replica ai quotidiani cattolici che avevano paragonato la tragedia dei migranti alla Shoah e il governo difende la politica sull'immigrazione

La Chiesa attacca, Bossi risponde. Al fuoco di fila dei giornali cattolici sulla vicenda dei migranti eritrei morti in mare fra Malta e Lampedusa, il ministro delle Riforme controbatte definendo le accuse all'Occidente in tema di politiche sull'immigrazione "parole con poco senso". "Che le porte le apra il Vaticano, che ha il reato d'immigrazione", dice il Senatùr che assicura poi di non credere alle ipotesi di omissione di soccorso agli eritrei del barcone. Anche il resto della maggioranza difende le politiche in tema di immigrazione dell'esecutivo.

Leggi tutto