Il piano Bossi: terra ai giovani, nuovo inno e dialetto

1' di lettura

Il leader della Lega a SKY TG24: "Se ci sono terreni agricoli che costano allo Stato allora è meglio darli a chi cerca lavoro perché li faccia rendere". Sull'inno: "Al Nord si insegna non tanto 'Fratelli d'Italia' ma il 'Piave mormorava'"

I terreni dello Stato ai giovani. E' l'ultima idea di Umberto Bossi per rilanciare l'agricoltura e dare un lavoro a chi non ce l'ha. "I giovani qualche lavoro devono trovarlo - dice il leader della Lega a SKY TG24 - se ci sono terreni agricoli che costano allo Stato li si diano ai giovani perché li facciano rendere". Bossi insiste sulle gabbie salariali ("ma bisogna sedersi al tavolo con i sindacati") e 'boccia' l'Inno di Mameli: "Al Nord - spiega - si insegna non tanto 'Fratelli d'Italia' ma il 'Piave mormorava'. Ai comizi le persone cantano 'Va pensiero' e questo fa pensare".

Leggi tutto