Piano Sud, Berlusconi: legare i salari al costo vita

1' di lettura

Il presidente del Consiglio rilancia la priorità del governo a settembre: un piano decennale per il Mezzogiorno attraverso un'Agenzia snella guidata da proprio da lui. E apre alla Lega: differenziazione degli stipendi tra nord e sud

E' sempre stata una priorità del governo, ma ora Berlusconi vuole accelerare e in un'intervista al "Mattino" annuncia i contenuti del suo piano per il Mezzogiorno o come ama chiamarlo Piano Marshall. Come struttura non ci sarà la vecchia Cassa per il Mezzogiorno, ma un'Agenzia, snella, operativa sotto la guida dello stesso premier. Il piano di rilancio decennale punterà su infrastrutture, turismo e innovazione. E il capo del governo spera che la banca per il Sud a cui sta lavorando Tremonti possa essere operativa da settembre. E sull'occupazione arriva una cauta apertura alla Lega: "Bisogna rapportare, afferma Berlusconi, retribuzioni e costo della vita al territorio. Legare i salari ai diversi livelli del costo della vita fra Sud e Nord risponde a criteri di razionalità economica e giustizia".

Leggi tutto