Sicurezza, sindaci ancora divisi sulle ronde

1' di lettura

Sabato la firma del ministro Maroni al decreto attuativo. Dopo Verona sarà Treviso a farne ricorso con un previo corso di formazione. Sulla stessa linea Padova. Frenano Roma e Milano

A un giorno dalla firma del decreto attuativo sulle ronde i sindaci si dividono, e non sempre in base al colore politico, sul loro utilizzo. Dopo Verona sarà Treviso a farne ricorso con un previo corso di formazione. Sulla stessa linea Padova. A Torino s'è prorogato l'experimentum dei City Angels. Bergamo e Como si sono già espresse favorevolmente sul decreto. Frenano invece Milano, Genova, Bari, Firenze, Bologna e Napoli. Il sindaco di Roma Alemanno ha bocciato le ronde, promuovendo però la partecipazione dei volontari per la sicurezza: il via in autunno.

Leggi anche:

Tutte le regole sulle ronde
Facebook, le rone dividono anche la Rete

Leggi tutto
Prossimo articolo