Dl anticrisi, il correttivo in Cdm

1' di lettura

Corte dei conti, ambiente, scudo fiscale e ponte sullo Stretto di Messina. Questi i nodi su cui interverrà il "nuovo" testo. Intanto, in Senato, riprende l'esame del primo provvedimento che verrà approvato con un probabile voto di fiducia

Saltata l'ipotesi che le correzioni al dl anticrisi sarebbero arrivate la prossima settimana o addirittura dopo la pausa estiva, il governo ha fatto marcia indietro e, dopo l'intervento del capo dello Stato, ha posto il decreto correttivo al primo posto del Cdm convocato in mattinata. Il via libera al nuovo testo, così, dovrebbe avvenire nello stesso giorno in cui a Palazzo Madama si darà via al vecchio testo. In questo modo sarebbero contestuali la promulgazione del primo decreto e la controfirma sul secondo da parte di Napolitano, così come richiesto dallo stesso presidente.

Leggi tutto
Prossimo articolo